HomeContattiLink
     
Regolamento
linea
Organismi
linea
Segreteria

Coordinamento territoriale
Assemblea
-
Iscrizione e tesseramento
linea
Area download
linea
Dati sui servizi
Rapporti Nazionali
Rapporti Regionali
Altri Rapporti
-
Norme e regolamenti
Banca dati del Centro Nazionale
Regolamento Regionale
Piano di Indirizzo Generale Integrato
-
Strumenti e procedure amministrative
Regolamenti Zonali e Comunali
Appalti di servizi
Concessioni
Procedimenti di autorizzazione
Procedimenti di accreditamento
Convenzioni con servizi accreditati
Bandi
Moduli di iscrizione
Carte dei servizi
-
Le buone pratiche

Riservato ai soci
linea
 


 
gruppo toscano
Cara amica mia...

Il saluto di Aldo Fortunati a Gloria Tognetti


Cara amica mia,

non è davvero facile trovare parole con cui rompere il silenzio che mi aiuta a contenere il dolore di averti perso, ma sento il bisogno di farlo e non solo per provare a ricomporre nelle parole almeno un po’ del tumulto di emozioni che mi passa attraverso, ma anche per offrirlo alle tante persone che hanno avuto la fortuna di conoscerti e che così numerose ti sono venute a salutare. Credo che Rosina e Primo, Luana e Stefano, Valerio, Vania, Valentina, Lorenzo, Marta, Marco e Ginevra possono davvero essere orgogliosi di averti avuta come figlia, sorella e zia. A tutti loro il mio più grande abbraccio.

Il primo ricordo lo dedico al momento in cui ci siamo conosciuti – trentacinque anni fa – quando, poco più che ventenne, ti eri da poco affacciata al mestiere educativo con la curiosità e la passione che già caratterizzavano la giovane donna che eri … stavi per compiere il quinto anno di sopravvivenza dal primo brutto malanno incontrato nel passaggio dall’adolescenza alla vita adulta … e c’era già, nel tuo parlarne, una punta di disincanto unita a uno sguardo lungo, insieme ironico e scaramantico, sul futuro, quello sguardo che ti ha sempre fatto essere avida consumatrice di esperienze vissute con passione … e così i molti malanni di salute che ti hanno perseguitata – questa è la parola giusta – li hai sempre vissuti come parentesi sgradite dalle quali uscire per riprendere a guardare in avanti … e così è stato anche nell’ultima disavventura di questi mesi, sorpassando fino all’ultimo la consapevolezza lucida del male nell’idea di un tempo da continuare a progettare e riempire di senso … insieme alle persone più care …

Il secondo ricordo lo dedico al tuo punto di vista sulla vita – radicalmente laico e insieme profondamente libero e, aggiungo, femminile – e alla tua straordinaria attitudine a leggere nelle pieghe più sottili delle relazioni, come dei fatti della vita che ci gira intorno … quella stessa attitudine che ti ha reso possibile riunire in sintesi e interpretare unitariamente questioni che costituiscono ancora prevalentemente – se si pensa a come la diversità è considerata più spesso minaccia che valore e al modo in cui il corpo della donna è ancora oggetto di rimozione e violenza – frontiere invalicate delle nostre culture, tuttora ostili agli sguardi lunghi e timorosamente orientate alla consolatoria chiusura in se stesse … fra le tante persone che hanno avuto la fortuna di incontrarti, alcune di quelle a te più vicine hanno mostrato di non essere capaci di stare al tuo passo, ma a tutte – e forse soprattutto a queste – hai offerto la tua appassionata generosità come esempio, orientamento, molto spesso conforto …

Il terzo ricordo lo dedico alle tante pieghe che ha avuto la nostra relazione, di cui non parlerò per la parte di cui voglio essere custode esclusivo, ma di cui vorrei parlare per ricordarla come una di quelle più preziose che la vita talvolta regala e di cui proprio per questo sento ora così forte la mancanza … abbiamo insieme condiviso molte avventure e certo una di queste è stata quella di alimentare con passione esperienze educative che sono state capaci di tenere insieme comunità, famiglie e educatrici intorno all’idea che i bambini – quando le opportunità lo riconoscono e favoriscono – possono essere protagonisti originali e diversi della costruzione della loro esperienza di crescita … quella alla quale ci siamo dedicati insieme con maggiore continuità – a San Miniato – ha conquistato da tempo attenzioni da tante parti del mondo, e sai bene anche te che senza il tuo appassionato lavoro questo non avrebbe potuto accadere …

Grazie di tutto quello che mi hai regalato … è una delle più belle parti di me …

ALDO



Indietro
 
Chi Siamo
Gruppo Toscano Nidi e Infanzia
è un'associazione che vuole offrire occasioni di incontro e discussione tra persone che operano nel settore dell'educazione della prima infanzia.
Le iniziative in programmazione
Entro la metà del mese di febbraio - probabilmente ilmercoledì 4 - si svolgerà la prossima riunione della Segreteria del Gruppo Toscano.
E' stato invitato Lorenzo Campioni e eventuali eltri referenti della Segreteria naszionale dell'Associazione.
All'ordine del giorno la pianificazione esecutiva dei seminari di primavera (tema "la continuità 0-6" e probabile sede Livorno) e autunno (tema "le famiglie" e probabile sede Pistoia)
archivio
 
In evidenza
Annuario 2015/Agenda2016
Disponibile per tutti i soci del Gruppo Toscano il nuovo "annuario 2015/agenda 2016"
Per informazioni contattare la segreteria all'indirizzo: segreteria@grupponidiinfanzia.it

Sabato 9 gennaio a Pistoia

l nuovo anno si è aperto – secondo consuetudine – con l'incontro in assemblea di soci e simpatizzanti del Gruppo Toscano Nidi e Infanzia.
L'incontro è stato utilizzato innanzitutto per presentare il rendiconto delle attività con uno sguardo sull'ultimo triennio, periodo durante il quale il Gruppo Toscano ha rafforzato progressivamente la base associativa e realizzato 5 seminari, molte assemblee territoriali aperte e numerosi interventi in iniziative promosse e realizzate da Comuni e Cooperative attivi sul territorio.
Continua >
archivio
 
Archivio Notizie
La radunansza delle radunansze (dell’asili niglio e della primante infanszia)
di Aurora Pardini

Ma possibile che sui bambini debbano parlare – e straparlare – tutti tranne chi ne sa qualcosa?
Il commento di Aldo Fortunati ai recenti articoli della stampa

6-7 ottobre a Firenze
"Guardare il futuro con gli occhi dei bambini"

Cara amica mia...
Il saluto di Aldo Fortunati a Gloria Tognetti

A Prato il 6 maggio seminario sulla governance
Il Gruppo Toscano e il Gruppo Emiliano-Romagnolo hanno organizzato insieme il primo dei cinque seminari programmati in vari luoghi del Paese intorno ai punti del Quality Framework.

I NUOVI NUMERI SUI SERVIZI EDUCATIVI PER L'INFANZIA IN TOSCANA
Il quadro dei servizi educativi per l’infanzia in Toscana e le prime evidenze e proiezioni sui costi standard dei servizi

La rete delle esperienze educative toscane di fronte alla prospettiva dello zero sei – I contenuti, i protagonisti, le politiche
sabato 5 novembre a Scandicci

archivio
         
     
Copyright ©2013 . All Rights Reserved
visual: comunicodesign.com
  Gruppo Toscano Nidi e Infanzia . segreteria@gruppotoscanonidi.it . C.F. 91020970355
La segreteria operativa è ospitata dalll'Istituto degli Innocenti di Firenze, Piazza SS Annunziata 12, 50122 Firenze